Informativa Covid-19

 

GESTIONE DEGLI INGRESSI AL SUPERMERCATO E PERMANENZA ALL’INTERNO DEL PUNTO VENDITA

Gli ingressi ai nostri punti vendita sono stati regolati in base alla normativa in vigore relativa all’emergenza COVID-19, al fine di garantire la sicurezza e la salute dei nostri Clienti e dei nostri Collaboratori.

All’entrata sono stati predisposti degli appositi corridoi, ai lati dei quali si possono trovare guanti monouso e gel igienizzante a libera disposizione della Clientela. Si raccomanda la Spettabile Clientela di:

  • utilizzare obbligatoriamente mascherina e di igienizzarsi le mani prima dell’ingresso
  • mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno un metro
  • evitare assembramenti nelle corsie, davanti ai reparti e alla cassa

NORME CORONAVIRUS

 

SERVIZIO DI SPESA ONLINE

In alternativa, i Clienti possono usufruire del nostro servizio di spesa online.

E’ possibile comodamente ordinare la propria spesa collegandosi al sito www.latuaspesa.com e ritirarla presso il punto vendita nel giorno e nella fascia oraria opzionati oppure prenotare la consegna presso il proprio domicilio.
Qui e sul sito www.latuaspesa.com potrete prendere visione presso quali punti vendita il servizio è attivo:

  • IperTosano di Legnago (VR)
  • IperTosano di Bovolone (VR)
  • IperTosano di Orzinuovi (BS)
  • IperTosano di Vago (VR)
  • IperTosano di Costabissara (VI)
  • IperTosano di Cornedo (VI)
  • IperTosano di Castiglione (MN)
  • IperTosano di Colle Umberto (TV)
  • IperTosano di Curtatone (MN)
  • IperTosano di Ferrara (FE)
  • IperTosano di Jesolo (VE)
  • IperTosano di Megliadino (PD)
  • IperTosano di Cassola (VI)

Il ritiro della spesa è organizzato in una zona esterna al punto vendita, non è necessario entrare nel negozio, né munirsi di carrello. Seguite le indicazioni presenti già nel parcheggio con il logo “La tua spesa online”, che vi condurranno alla zona di ritiro, presso cui fornirete il vostro numero di ordine. Vi sarà consegnata la spesa già imbustata e all’interno di un carrello. I pagamenti possibili sono gli stessi effettuabili per una spesa fatta all’interno del punto vendita. Eccezione fatta per il punto vendita di Orzinuovi e Ferrara dove per motivi logistici è necessario entrare nel centro commerciale muniti di carrello per il trasporto della spesa.

POSSO USCIRE DAL MIO COMUNE PER FARE LA SPESA?

Al link http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638 è possibile consultare la pagina ufficiale delle FAQ aggiornate sul sito del Governo, in cui si riporta:

  • AREA ROSSA

(…) Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati.

  • AREA ARANCIONE

(…) Fare la spesa rientra sempre fra le cause giustificative degli spostamenti. Laddove quindi il proprio Comune non disponga di punti vendita o nel caso in cui un Comune contiguo al proprio presenti una disponibilità, anche in termini di maggiore convenienza economica, di punti vendita necessari alle proprie esigenze, lo spostamento è consentito, entro tali limiti, che dovranno essere autocertificati.

  • AREA GIALLA

E’ possibile fare la spesa in qualsiasi Comune, ancorché diverso da quello di residenza, purché si trovi nell’area gialla.

Ricordiamo che, come riportato su sito del Governo al link http://www.governo.it/it/faq-natale, “il “decreto Natale” (decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172) dispone, per il periodo compreso tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, l’applicazione su tutto il territorio nazionale delle misure previste per:

  • le zone rosse, nei giorni 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020 e 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021;
  • le zone arancioni, nei giorni 28, 29 e 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021.

Nei giorni “arancioni” sono comunque “consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 km dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia”